fbpx
Sport e inclusione

Sport e disabilità, i passi verso l’inclusione

Il Baskin, un nuovo sport contro le barriere.

Sport e inclusione, un prezioso mezzo per unire persone normodotate e disabili, un modo per superare le barriere mentali e fisiche che spesso limitano l’accesso alle attività sportive.

Nonostante l’esistenza di ancora molti ostacoli pratici che limitano lo svolgimento dell’attività sportiva delle persone disabili sono molte le associazioni che si occupano di prendersi cura degli sportivi e che creano spazi appositi dove lo sport non conosce limiti. Ogni giorno queste associazioni e le iniziative dei privati si scontrano contro indifferenza paura della diversità e menefreghismo e spesso non è semplice per un disabile, trovare una soluzione adatta alla propria volontà di praticare sport.

Sport e inclusione tutti a scuola onlus

Si tratta di un’associazione napoletana che si occupa di fornire attività e strutture sportive dedicate ai ragazzi disabili. Svolge la sua attività da circa una decina di anni e si autofinanzia completamente i corsi di nuoto, atletica leggera ed equitazione. Gli sport sono praticati in varie strutture dislocate lungo tutto il territorio cittadino e conta sul supporto di operatori specializzati che creano con i ragazzi un rapporto molto profondo.

I risultati dello sport:

L’attività sportiva aiuta chiunque, ma in special modo le persone affette da disabilità, a sviluppare un buon grado di autostima che permette di acquisire sicurezza in sé stessi, migliorando il proprio grado di adattabilità nell’ambiente in cui vive. Il nuoto è uno sport essenziale per sviluppare tali capacità, ma anche l’atletica permette di superare molte barriere mentali che fin troppo spesso ricoprono questo sport. L’equitazione invece è in grado di riunire sport e pet terapy grazie allo strette contatto con l’animale.

Sfida tra i giochi:

Un modo per sfogare un po’ di sana competizione è sicuramente quello di sfidarsi e divertirsi insieme a persone che presentano le medesime disabilità, proprio su questo si basa l’iniziativa “Giochi senza barriere”, una festa dedicata a tutti all’insegna dell’inclusione. Si svolge una volta l’anno in una giornata di giugno ed è aperto a tutti.

Il Baskin:

Rappresenta una vera e propria novità all’interno del panorama sportivo. La nuova disciplina ha fatto al sua comparsa circa un quindicina di anni fa a Cremona grazie all’iniziativa di un insegnante di ginnastica che è riuscito ad includere diverse abilità motorie in uno sport unico. All’interno del baskin non importa se si è o meno affetti da un tipo di disabilità, perché il gioco si svolge comunque grazie alla collaborazione di tutti, una vera e propria inclusione a 360°.

Altri Articoli