fbpx
Fondo per i Caregiver Familiari 2024

Fondo per i Caregiver Familiari: Importi e Azioni Finanziabili Regione per Regione

Fondo per i Caregiver Familiari 2024: Il Decreto di Riparto del Fondo per i Caregiver Familiari è ora ufficiale, aprendo la strada alla distribuzione di importanti risorse economiche in forma di bonus, assegni di cura e assistenza indiretta. Le Regioni, attraverso territori e Comuni, avranno 60 giorni per inviare la programmazione dei progetti e garantirsi l’accesso ai fondi destinati ai caregiver familiari, che si occupano con dedizione dell’assistenza a familiari disabili o non autosufficienti.

Riconoscimento ufficiale dei caregiver familiari

Una notizia di rilievo di questi giorni è l’istituzione di un tavolo di lavoro incaricato di redigere una proposta di legge per il riconoscimento ufficiale dei caregiver familiari, sottolineando l’importanza del loro ruolo nel fornire cure a coloro che ne hanno bisogno. Nel contesto di questa iniziativa, è stato pubblicato il decreto di riparto del Fondo per i caregiver familiari nella Gazzetta Ufficiale n.12 del 16 gennaio 2024, un passo concreto verso il supporto a chi si occupa di assistenza familiare.

Fondo per i Caregiver Familiari 2024, quanto spetta a ogni regione?

Il Fondo, istituito dalla legge di Bilancio 2018, prevede la suddivisione di oltre 25 milioni di euro tra le Regioni italiane. Queste risorse saranno direttamente trasferite ai territori per sostenere i caregiver familiari attraverso vari strumenti, come assegni di cura, bonus e altri interventi mirati.

Risorse totali

Le risorse totali per il 2023 ammontano a 25.807.485 euro, e sono destinate a finanziare progetti prioritari, con particolare attenzione a: a) Interventi per i caregiver di persone con disabilità gravissima. b) Programmi di accompagnamento per la deistituzionalizzazione e il ricongiungimento dei caregiver con le persone assistite.

Ecco la suddivisione degli stanziamenti dei fondi per ogni Regione:

  • Abruzzo: 611.637 euro
  • Basilicata: 270.979 euro
  • Calabria: 882.616 euro
  • Campania: 2.203.959 euro
  • Emilia-Romagna: 2.000.080 euro
  • Friuli-Venezia Giulia: 603.895 euro
  • Lazio: 2.361.385 euro
  • Liguria: 846.485 euro
  • Lombardia: 4.111.132 euro
  • Marche: 722.610 euro
  • Molise: 167.749 euro
  • Piemonte: 2.041.372 euro
  • Puglia: 1.723.940 euro
  • Sardegna: 753.579 euro
  • Sicilia: 2.113.633 euro
  • Toscana: 1.811.685 euro
  • Umbria: 441.308 euro
  • Valle d’Aosta: 64.519 euro
  • Veneto: 2.074.922 euro

Quali sono le azioni finanziabili?

Le azioni finanziabili con queste risorse includono: a) Erogazione di contributi di sollievo o assegni di cura. b) Bonus sociosanitari per prestazioni di assistenza. c) Prestazioni di tregua dall’assistenza alla persona con disabilità. d) Progetti di sostegno psicologico individuale o di gruppo. e) Attività di formazione dei nuclei familiari che assistono persone con disabilità grave e gravissima. f) Interventi programmati in conformità ai decreti del 28 dicembre 2021, del 17 ottobre 2022 e del presente decreto.

L’erogazione del Fondo per i Caregiver Familiari 2024

Il processo di erogazione dei fondi prevede che le Regioni richiedano i finanziamenti entro 60 giorni dalla pubblicazione del decreto in Gazzetta Ufficiale, fornendo dettagli sulla programmazione, tipologia degli interventi e cronoprogramma. Dopo la verifica del Dipartimento per le politiche in favore delle persone con disabilità, i fondi saranno liquidati e trasferiti alle Regioni, che li distribuiranno agli ambiti territoriali secondo le loro programmazioni regionali e modelli organizzativi.

Approfondimenti

Altri articolo che potrebbero interessarti

Torna su