Yeboah disabilità e bicicletta

Emmanuel Ofosu Yeboah, in bicicletta con una gamba sola per sensibilizzare il Ghana

Un lungo viaggio in bicicletta… con una gamba sola.

Emmanuel Ofosu Yeboah è nato in Ghana nel 1977. Alla nascita si è subito notata l’assenza della tibia della gamba destra, la sua gamba, oltre ad essere deformata, era quindi priva di utilità e il piede penzolava senza poter essere utilizzato.
La nascita di un figlio disabile in molti piccoli villaggi del Ghana negli anni Settanta era vista ancora con sospetto perchè si riteneva che il feto fosse stato maledetto o che la madre avesse compiuto un peccato durante la gravidanza. Per il padre di Emmanuel la situazione non è stata gestibile ed è fuggito abbandonando la famiglia al proprio destino.

Yeboah e le superstizioni

La madre di Emmanuel però non si è lasciata scoraggiare o influenzare dalle credenze che ritenevano il figlio maledetto e ha deciso che non avrebbe trattato diversamente il figlio disabile, ma avrebbe fatto il possibile per renderlo uguale agli altri bambini del villaggio. Ogni giorno accompagnava il figlio a scuola fino a quando Emmanuel non ha imparato a saltellare su una gamba sola.

Yeboah disabilità e bicicletta

Il primo sogno del ragazzo è stato quello di affrontare un lungo viaggio lungo il Ghana, in bicicletta. Essendo privo del mezzo di trasporto ha deciso di scrivere alla Challenged Athletes Foundation che gli ha offerto una bicicletta speciale del valore di oltre mille dollari. Il viaggio di Emmanuel non è stato solo una lunga pedalata di oltre seicento chilometri, ma è stata una dimostrazione di perseveranza e coraggio, sotto gli occhi di un paese che aveva ancora molti pregiudizi sui disabili. Ha incontrato il re del Ghana, bambini disabili come lui, predicatori e volontari.

L’amputazione e la rinascita

Yeboah disabilità e bicicletta: la sua notorietà arrivò fino negli Stati Uniti dove venne invitato a partecipare ad una gara di triathlon. Negli USA ha incontrato alcuni specialisti che gli hanno proposto l’amputazione della sua gamba per permettergli di utilizzare una protesi. Fu un successo per Emmanuel che dopo l’amputazione ha potuto iniziare a camminare su due gambe. Tornato in Ghana ha istituito un fondo per aiutare i disabili ad accedere all’istruzione e alle cure.

ALTRI ARTICOLI

Call Now ButtonChiama ora (num. gratuito)
Torna su