fbpx
Petizione Live For All

Concerti e partite per tutti: la battaglia di “Live for All” per l’accessibilità

Petizione Live For All: abbattere le barriere per un divertimento senza discriminazioni

Un manifesto, una petizione e una battaglia per un diritto fondamentale: il diritto allo svago per le persone con disabilità. “Live for All” è il nome del movimento che punta a rendere accessibili concerti, partite, spettacoli e qualsiasi evento a tutti, senza ostacoli e discriminazioni.

Un muro invisibile: l’impossibilità di prenotare online

Al centro della battaglia c’è un problema concreto: l’impossibilità per le persone con disabilità di prenotare online i biglietti per eventi come concerti, partite di calcio o spettacoli teatrali. A differenza degli altri utenti, non possono visualizzare i posti loro riservati sui siti dei rivenditori e procedere alla prenotazione.

Un’esperienza frustrante e discriminatoria

Questo significa dover contattare l’organizzatore, sperando che ci siano ancora posti disponibili, e spesso accontentarsi di una visibilità limitata. Inoltre, le persone con disabilità non possono vivere questi eventi in gruppo, ma solo con un accompagnatore.

“Petizione Live for All”: la voce di chi vive la disabilità

Dietro “Live for All” ci sono cinque ragazzi che conoscono bene la frustrazione di non poter vivere appieno un evento: Lisa Noja, Valentina Tomirotti, Riccardo Di Lella, Silvia Stoyanova e Serena Tummino.

“Non essere infantilizzati: vogliamo vivere il divertimento come tutti gli altri”

“Non possiamo credere che nel 2024 non sia possibile creare sui siti di vendita biglietti una sezione dedicata ai posti e ai biglietti per le persone con disabilità”, afferma Serena Tummino. “Non siamo incoscienti che vogliono mettere a rischio la propria incolumità: vogliamo solo vivere il divertimento come tutti gli altri”.

Un concerto accessibile a tutti: “All-In Rock” a Mantova

Valentina Tomirotti ha vinto una causa contro l’Arena di Verona per ottenere un palco rialzato per gli spettatori con disabilità. Un altro esempio concreto è il concerto “All-In Rock” a Mantova, organizzato da Valentina stessa, dove tutti i tipi di disabilità erano i benvenuti.

Obiettivo: mobilitare, dialogare e cambiare le regole

“Live for All” ha tre obiettivi: mobilitare la cittadinanza, aprire un dialogo con artisti e organizzatori di eventi e riscrivere le regole della sicurezza pubblica per renderla più inclusiva.

Un appello a tutti: firmare la petizione e unirsi alla battaglia

Il manifesto invita tutti a firmare la petizione e a unirsi alla battaglia per un mondo dove il divertimento è un diritto di tutti, senza discriminazioni.

Insieme possiamo abbattere i muri e rendere il mondo un posto più accessibile e inclusivo per tutti.

Petizione Live For All: Firma su Change.org

Altri articoli che ti potrebebro interessare:https://www.abbassamentoveicoli.it/citroen-ami-per-disabili/

Il Nuovo Fiat Doblò: Un Partner Affidabile per Persone con Disabilità

Citroen Ami per disabili

Torna su